PROGRAMMA LABORATORI 2020 | 2021

Per principianti


VIAGGIO AL CENTRO DELLA SCENA
Laboratorio base per neofiti di percorsi teatrali, condotto da  Filippo Molari il lunedì e da Marco Mussoni il giovedì.
Dal 5 ottobre ogni lunedì dalle 21.15 alle 23.15
Dall’8 ottobre ogni giovedì dalle 19 alle 21
 
“Il teatro è una forma di felicità interrotta dall’esistenza”. Pino Caruso
Questi laboratori sono aperti a tutti, soprattutto a chi non ha esperienza e desidera misurarsi con le proprie capacità attoriali. Tramite il gioco ed esercizi specifici infatti, gli allievi conosceranno gli elementi fondamentali dell’arte teatrale (ritmo, intenzioni, spazio scenico, uso del corpo, ecc.) e avranno l’occasione di liberare la propria creatività, sperimentando un modo diverso di relazionarsi con sé stessi e con gli altri.
La prima parte del laboratorio servirà per conoscersi e per prendere confidenza col palcoscenico; in seguito ci si dedicherà sempre di più al lavoro sul testo e alla messa in scena in vista del saggio al “centro” del palco del Mulino di Amleto Teatro.


Aperti a tutti


ABBANDONARSI
Corso di teatrodanza aperto a tutti condotto da Barbara Martinini.
Dal 5 ottobre ogni lunedì dalle 19 alle 21.
 
“Ciò che non è amore, può respingere, trascurare, dimenticare, rinviare, congedare, ma solo l’amore può abbandonare, ed è nella possibilità dell’abbandono che si conosce quella dell’amore”. Jean-Luc Nancy
 
Il laboratorio indaga il duplice significato dell’“Essere abbandonato”.
Da una parte la situazione esistenziale dell’essere lasciato solo, nella nascita, nella morte, nell’amore, nella vita, nella società, negli addii, in una pandemia… Dall’altra parte lo stato di attesa e predisposizione a ricevere, in cui l’anima, la sostanza passiva, si offre all’altro e all’esperienza, ottenendo così identità e forma. Per esempio abbandonarsi all’ozio, alle emozioni, a un abbraccio, ai sentimenti, al piacere, a una passione…
I temi principali indagati, oltre a quello dell’abbandono in senso lato, sono: il tempo, l’amore, l’eccesso, lo sguardo, l’identità, il cuore e l’affezione.
Il testo di riferimento è ‘L’essere abbandonato‘ di Jean-Luc Nancy.
Nella prima parte di ogni incontro esercitiamo i principi fondamentali del movimento scenico secondo il metodo MUOVERE®, con particolare attenzione al movimento fluido, articolare e leggero. Nella seconda parte esploriamo i temi proposti attraverso le improvvisazioni guidate e le riflessioni condivise nel cerchio.

STAND UP & COMEDY
Laboratorio sul monologo comico aperto a tutti, condotto da Alessandro Ciacci.
Dal 6 ottobre ogni martedì dalle 19 alle 21.
 
Questo laboratorio è rivolto a tutti coloro che abbiano voglia di mettersi in gioco e cimentarsi con la comicità e la scrittura comica, usando in particolare gli strumenti della Stand Up Comedy (dunque del monologo comico), e compiere così un percorso all’interno del mondo della risata: dal momento dell’ispirazione a quello dell’esibizione davanti a un pubblico. L’approccio del Laboratorio è assolutamente pratico. Il percorso avanzerà su due binari complementari, dove il primo è quello della scrittura: i partecipanti avranno la possibilità di sperimentare e prendere confidenza con gli strumenti della scrittura comica, affinando se stessi e i propri mezzi.
Il secondo, sarà il lavoro sulla performance, dunque l’acquisizione di una tecnica che verrà messa al servizio e perfezionata sul “carattere comico” e sulla personalità di ciascun partecipante. Verrà curato ogni aspetto dell’esibizione: dalla voce alla gestione del corpo e dello spazio, dalle pause al ritmo fino agli effetti comici… così da poter esprimere al meglio il potenziale di ognuno e raggiungere i migliori risultati possibili. Partendo da esercizi e nozioni generali, ogni partecipante sarà chiamato ad un lavoro individuale. Non verranno tralasciati però neanche i momenti collettivi di esercizio ed improvvisazioni. È previsto anche un breve momento più teorico in cui la Stand Up verrà affrontata per quello che è, in maniera più teorica: come è nata, come si è evoluta e qual è il suo stato oggi.

TUTTA UN’ALTRA STORIA
Laboratorio di narrazione aperto a tutti, condotto da Francesca Sancisi.
Dal 6 ottobre ogni martedì dalle 21.15 alle 23.15.
 
“Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla”A. Baricco
 
Sí, la citazione è quasi d’obbligo per un laboratorio di narrazione. Perché le buone storie, sono quelle che curano, che dominano le paure, che accorciano le distanze portandoci per brevi istanti in altri mondi, dei quali possiamo coglierne i profili, i colori e i profumi, proprio come se fossero lì, a un metro da noi. 
Ma le cose si complicano, e di molto, se la storia è solo una e a raccontarla sono in tanti. La verità, se mai si possa presumere che esista, non sarà mai la stessa!
In questo percorso cercheremo di raggiungere un duplice obiettivo: quello di approcciare la tecnica della narrazione e quello di raccontare, sulla falsa riga degli “Esercizi di stile” di Raymond Queneau, la nostra versione dei fatti. Oltre a sperimentare i punti di vista della narrazione, lavoreremo sulla lettura, sull’improvvisazione narrativa, sull’uso della voce e del corpo, sulla scrittura creativa e la partitura del racconto. 
La nostra nave approderà da qualche parte, ancora non sappiamo dove, ma…al termine, ciascuno racconterà tutta un’altra storia!

E LO CHIAMANO INFERNO
Laboratorio di teatro funzionale aperto a tutti condotto da Beppe Chirico.
Dall’8 ottobre ogni giovedì dalle 21.15 alle 23.15.
 
“L’inferno è vuoto e tutti i demoni sono qui”. William Shakespeare
 
Gli uomini vivono con la continua paura di essere feriti. E questo è un dramma. Senza ragione provano e innescano rabbia, gelosia, invidia, tristezza. Per paura di soffrire creano nella mente un sofisticato e appagante sistema di negazione, diventando perfetti mentitori, “attori” interpreti di una falsa vita.
Così si recita col solo scopo di compiacere a se stessi. E questo è tragico. Prima o poi arriva il momento del coraggio e si smonta la paura, si riconosce se stessi attraverso l’amore, si gioisce. E questo è comico.
“Non mi piace l’idea di andare o in Paradiso o all’Inferno, perché ho amici in entrambi i luoghi”.  Mark Twain
 

LA VOCE E LE SUE RISONANZE
Percorso sull’uso della voce aperto a tutti, condotto da Antonio Vanzolini.
Dal 9 ottobre ogni venerdì dalle 19 alle 21 (per 14 incontri totali).
 
Il corso ha lo scopo di avvicinare i partecipanti ad un uso più consapevole della voce ed è rivolto a tutti, con o senza esperienza teatrale.
Ogni incontro sarà suddiviso in 2 parti: una prima parte legata alla presa di coscienza della propria voce attraverso esercizi sulle parti coinvolte nella produzione dei suoni, ed una seconda parte dove si sperimenteranno varie possibilità interpretative della voce, sia attraverso la lettura che con improvvisazioni vocali su possibili personaggi.
Si scoprirà così che quando emettiamo un suono o una parola qualsiasi, oltre al vibrare delle corde vocali, ci sono in realtà moltissime parti del nostro corpo che vengono interessate come: la laringe, la lingua, le labbra, i denti, i seni nasali, il cranio e, in definitiva, tutto il corpo. Gli infiniti risuonatori del nostro corpo amplificano i nostri pensieri attraverso la voce, creando un filo diretto tra la nostra realtà interiore e quello che ci circonda.
Per chiunque voglia iniziare ad esplorare la propria vocalità!


​Avanzati


DPCM – Deliri Per Comuni Mortali
Laboratorio teatrale avanzato sul Teatro dell’assurdo condotto da Matteo Giorgetti Camilla Fabbrizioli.
Dal 7 ottobre ogni mercoledì dalle 19 alle 21.
 
Sarà un viaggio tra i grandi scrittori dell’assurdo, corrente teatrale diffusasi in Europa nel dopoguerra, affronteremo le tematiche degli autori del passato ritrovandole più che mai attuali, lavoreremo sui paradossi della società nella condizione attuale.
Sfrutteremo le attuali restrizioni dei vari DPCM per lavorare e per riflettere sulla condizione dell’essere umano all’interno della comunità, sull’incapacità di comunicare, di socializzare, di entrare davvero in contatto con l’altro.
Attraverso le tecniche di questa corrente teatrale/filosofica tenteremo un racconto inedito sulle assurdità della vita quotidiana le difficoltà delle relazioni, storie incredibili e allo stesso tempo incredibilmente reali, storie in cui lo spettatore può ritrovarsi, nonostante lo stile grottesco e irriverente.
Lavoreremo sulla destrutturazione logica della messa in scena per andarne a esplorare i confini, per cercarne gli estremi, le emozioni pure, vincolate dalla società, che finalmente escono fuori, esplodono, gridano, si ribellano ai canoni convenzionali e creano un loro filo rosso dando vita alla scena.
La pratica laboratoriale di improvvisazione avrà grande spazio consentendoci così la libertà di mescolare alla drammaturgia d’autore le nostre parole e le nostre azioni più vere e spontanee, momento in cui cadranno le maschere (o le mascherine) e rimarrà solo la nostra faccia nuda, quella di noi, deliranti comuni mortali.

TOP DOGS
Laboratorio teatrale avanzato condotto da Dirk Ploenissen.
Dal 14 ottobre ogni mercoledì dalle 21.15 alle 23.15.
PROVA domenica 11 ottobre alle 21

Spassoso e amaro allo stesso tempo, Top Dogs è una commedia degli anni ’90, che sembra fatta apposta per questi tempi incerti in cui viviamo.
Il testo parla di disoccupazione strutturale in un mercato del lavoro in affanno. Protagonista è un manipolo di manager stacanovisti alle prese con il trauma di un licenziamento inatteso. Fragili e isterici, disperati ma agguerriti, i “rottami dei colletti bianchi” si sottopongono a una terapia di gruppo per sopravvivere alla perdita del posto di lavoro ed essere reintegrati nella società. Top Dogs disegna a tratti tragicomici i destini di queste vittime dell’economia globalizzata.
Ci avvicineremo a questo testo in modo non lineare, giocoso, fantasioso e con un “distanziamento sociale” vissuto con grande piacere.


Progetto speciale


RECITAZIONE CINEMATOGRAFICA
Ciclo di 6 incontri domenicali, di 5 ore ciascuno, condotti dal regista Renato Giugliano, che si svolgeranno nei giorni: 11 ottobre | 8 novembre | 13 dicembre | 10 gennaio | 14 febbraio | 14 marzo |  dalle ore 14 alle 19. 

Domenica 4 ottobre alle 14 incontro zoom per una presentazione on line. Chi vorrà partecipare dovrà prenotarsi inviando una mail a info@mulinodiamletoteatro.com e all’orario stabilito riceverà il link per il collegamento.
 
Qual è la differenza tra recitare in teatro e per il cinema? Come si passa dal palcoscenico alla macchina da presa? Ma soprattutto, cosa deve fare un bravo attore per arrivare su un set? Foto, agenzia, castingselftape e showreel: come cogliere la grande occasione? Lavoreremo attivamente sulla preparazione dell’attore cinematografico, lo studio e gli esercizi necessari per trovare il ruolo più adatto a ciascuno e riuscire a presentarsi al meglio. Ma per capire veramente in cosa consiste il mondo del cinema dovremo anche scoprirlo, conoscerlo e analizzarlo: come si svolgono le riprese, da chi è composta una troupe e qual è il ruolo dell’attore al suo interno. Cosa deve fare e cosa non deve fare un attore che entra su un set per la prima volta? E una volta entrato nel cast, un attore deve essere vero, credibile, sciolto e mai posato, in poche parole, deve funzionare. Studieremo sceneggiature famose per riprodurre, insieme, i momenti più emozionanti di film che hanno fatto la storia. Ma come una squadra analizzeremo e cercheremo di capire cosa va e cosa no, dove migliorare e come. Formeremo un cast ideale e finalmente saremo pronti a dare motore e azione…e poi ancora azione e poi ancora e ancora…


​INFO UTILI

La prima lezione di ogni laboratorio è di prova. Per partecipare alle attività del Mulino, prova dei laboratori inclusa, è necessario sottoscrivere la tessera associativa annuale, la cui quota è di € 15, che dà diritto a uno sconto di 1 euro sugli ingressi alla rassegna teatrale per bambini Il Mulino dei Piccoli e ai saggi, e di 2 euro per la rassegna teatrale per adulti Odissee, il cui programma è in via di definizione. L’iscrizione a più di un laboratorio dà diritto a uno sconto del 10% dal secondo in poi. I laboratori hanno un numero minimo e massimo di partecipanti oltre il quale non si accetteranno più iscrizioni.
Alla luce delle circostanze straordinarie di questa stagione, verranno applicati i protocolli specifici anti contagio e i partecipanti saranno tenuti a rispettare le distanze di sicurezza. Per partecipare alla lezione di prova dei laboratori è necessario prenotarsi scrivendo a info@mulinodiamletoteatro.com.
 
Iscrizione e quote di partecipazione
Le iscrizioni saranno raccolte dalla seconda lezione con il pagamento della prima tranche della quota di partecipazione al laboratorio scelto. Le quote saranno divise in tre tranche, una ogni 7 incontri.
Eccezioni: il laboratorio “La voce e le sue risonanze” prevede due sole tranche, una ogni 7 incontri; quello di “Recitazione cinematografica”, che NON prevede la prova, una quota da versare alla prima lezione l’11/10 e la seconda e ultima il 10/1/21.

Per info sulle quote di partecipazione scrivere a info@mulinodiamletoteatro.com, oppure telefonare allo 0541/752056.